Un veloce corridore

Vive in gruppi nella savana
Della calda terra africana,
Ha corna lunghe avvolte a spirale
Scuro, invece, il suo manto usuale,
Bianco il muso e intorno agli occhi
Come della neve i fiocchi,
Gambe lunghe e affusolate
Che molto volte di aiuto son state
Per sfuggire al leone affamato
Che silenzioso ha teso un agguato!
Sicuramente hai capito già
Questo animale chi mai sara?
È la gazzella veloce creatura
Che i predatori sfugge senza paura      dimostrando che spesso scappare
È la soluzione più giusta da adottare
E non è mancanza di coraggio
Ma segno di chi è molto saggio!
Perché chi con la violenza vince il conflitto
Ne esce in realtà assai sconfitto
E mai riesce a far festa
Ma un sapore amaro in bocca gli resta!

(Monica)

Il fantastico mondo degli animali

Informazioni su dilloconunarima

Sono Monica, 37 anni, fiorentina, fiera ed innamorata della città del giglio. Amo tutto ciò che è fantasia e creatività. Adoro Walt Disney, Tolkien, Pollman e (come non farlo) Rowling. Ma sopra ogni cosa scrivo, scrivo filastrocche in rima, e lo faccio con così tanto amore che mi sono chiesta: "perché non scrivere un intero libro in rima?". Per il momento lascio il mio sogno nel cassetto, ma cercherò di rallegrarvi con i miei pensieri in rima quotidiani. Ben presto Vi farò conoscere Fiorenzo. Vi piacerà. Ne sono certa. ;)

Precedente Un profumato buongiorno Successivo Buongiorno

2 commenti su “Un veloce corridore

  1. Marta il said:

    Questa domenica di settembre me la gusto con la tua lettura, della savana hai raccontato, una creatura del creato.
    Sempre dolce è la tua penna, scrivi lesta sul tuo foglio come fossi una gazzella, salti un pò di qua e di la ma non fuggi la realtà e mi aspetto, in un momento, Qui Quo Qua nel tuo “convento”, perchè in casa tua ci sta e ci vedo un bel gattino che si legge Topolino.
    La natura a tutti ha dato un bel dono, che sia sfruttato !!

    Buona domenica Monica
    Amica mia
    Grazieee

  2. Sergio il said:

    Nel continente nero,
    sulle falde del Kilimangiaro,
    c’è un gran popolo di negri che ha inventato tanti balli . . . .
    . . . siamo i vatussi, siamo i vatussi
    (da Vianello :-DD )
    http://www.canzoniperibimbi.it/i-watussi/

    Come è bello sentirti, leggerti, cara Monica, mi fai ricordare “LA MIA AFRICA” ^___^
    https://www.youtube.com/watch?v=6m2DQ_Nbc5w

    Le gazzelle questi stupendi cerbiatti africani, veloci come il vento, simbolo di delicatezza, snellezza e dolcezza in contrasto con la forza, la crudeltà e la violenza del leone, degli animali feroci.
    Un’altra delle tue preziosissime storie che descrivono amabilmente e con perizia ritmica, le bellezze della natura e sempre ci troviamo una morale, un fondamento, un principio vitale, per la nostra vita.
    Non mi stancherò mai di leggere le tue rime, sono esaustive ma nello stesso tempo avvolgono, il lettore, in un mondo fiabesco.
    Ecco è questo il tuo talento, sapere avvolgere le menti nelle favole
    Ma questa è solo una delle tue tantissime qualità :-DD

    un caro saluto, buona domenica sera, Monica

I commenti sono chiusi.