Medusa e Pegaso

In Grecia in un tempo assai lontano
Viveva Medusa, fanciulla dall’aspetto strano:
Aveva occhi di fuoco ardenti
E al posto dei capelli terribili serpenti,
Lo sguardo assai pericoloso
Trasformava in pietra chi lo incrociava timoroso.
Ma altri poteri Medusa nascondeva:
Il sangue che nel corpo le scorreva
Nelle vene di destra avvelenava
In quelle di sinistra resuscitava.
Per raccogliere questo sangue portentoso,
Perseo le recise il capo mostruoso.
Dopo quel gesto così violento
Accadde però un grande portento:
Da quella orribile testa recisa
Usci’ fuori una creatura decisa
Era Pegaso il cavallo alato
destriero più bello mai fu incontrato.
Col manto bianco avanza fiero
Spiega le ali e vola altero,
Dimostrando che dai momenti peggiori
Cose belle possono uscir fuori
Come quando all’improvviso
Da una lacrima spunta un sorriso!

(Monica)

 

Miti in rima

Informazioni su dilloconunarima

Sono Monica, 37 anni, fiorentina, fiera ed innamorata della città del giglio. Amo tutto ciò che è fantasia e creatività. Adoro Walt Disney, Tolkien, Pollman e (come non farlo) Rowling. Ma sopra ogni cosa scrivo, scrivo filastrocche in rima, e lo faccio con così tanto amore che mi sono chiesta: "perché non scrivere un intero libro in rima?". Per il momento lascio il mio sogno nel cassetto, ma cercherò di rallegrarvi con i miei pensieri in rima quotidiani. Ben presto Vi farò conoscere Fiorenzo. Vi piacerà. Ne sono certa. ;)

Precedente Buongiorno Successivo Buonanotte

3 commenti su “Medusa e Pegaso

  1. Sergio il said:

    Davvero un bel racconto. Non lo conoscevo.
    Sapevo di Medusa e di Perseo ma non le origini di Pegaso, cavallo alato del quale nessuno mi aveva raccontato.
    Grazie Monica
    Sei squisita
    Buon pomeriggio a te

I commenti sono chiusi.