La nebbia

Stamattina mi son svegliata
E l’alba non ho trovata,
Al suo posto la nebbia lattiginosa
Arrivata stanotte silenziosa,
Col suo denso e bianco manto,
Che nasconde alla vista tutto quanto!
Ogni cosa in quel fumo si disperde
Solo a guardarlo l’occhio si perde.
Mette quasi un po’ di timore
Perché in quell’atmosfera si attutisce ogni rumore,
e non tarda ad arrivare la malinconia
Ma ho un rimedio per mandarla via:
Se ci pensi solo un pochino
Nella nebbia puoi giocare a nascondino!

(Monica)

 

Filastrocche scacciapensieri

Informazioni su dilloconunarima

Sono Monica, 37 anni, fiorentina, fiera ed innamorata della città del giglio. Amo tutto ciò che è fantasia e creatività. Adoro Walt Disney, Tolkien, Pollman e (come non farlo) Rowling. Ma sopra ogni cosa scrivo, scrivo filastrocche in rima, e lo faccio con così tanto amore che mi sono chiesta: "perché non scrivere un intero libro in rima?". Per il momento lascio il mio sogno nel cassetto, ma cercherò di rallegrarvi con i miei pensieri in rima quotidiani. Ben presto Vi farò conoscere Fiorenzo. Vi piacerà. Ne sono certa. ;)

Precedente Un messaggio positivo Successivo Il pavone vanitoso

4 commenti su “La nebbia

  1. Alessandro il said:

    Come.dopo ogni tuo scritto, l’anima torna serena ed il futuro sembra più roseo.

  2. Angelo il said:

    Buongiorno E buona Domenica Monica… Sempre belle le tue rime, nella nebbia e bello spaziare per il silenzio che lei ti da e una bellissima emozione…

  3. Marta il said:

    Buona domenica sera carissima,
    Questa sera mi sono soffermata di più sulle rime, con le quali dipingi le tue emozioni.
    Dalla malinconia della nebbia hai fatto nascere un sorriso, creando un pensiero simpatico.
    La tua fantasia è pregna di buone cose, d’emozioni positive, d’azioni energiche.
    Non mi resta che leggerti con una stima che va via via crescendo
    Grazie Monica, è bello trovarsi in casa tua.
    Grazie

  4. Davide il said:

    In una poetica descrizione dell’autunno hai inserito la spinta per guardare sempre oltre, verso il positivo, verso cio’ che è buono e fondamentale.
    Non è possibile rinunciare all’essenziale. Tutto cio’ che descrivi fa parte dell’essenzialità del nostro essere, perchè ciò che è buono è …….essenziale.

    Buona serata a te, Monica delle rime :-))))

I commenti sono chiusi.